mercoledì 13 luglio 2011

Il ripristino della configurazione di sistema

Il ripristino della configurazione di sistema è uno strumento che, probabilmente, tutti gli utenti di Windows avranno incontrato almeno una volta nella loro vita, anche soltanto come nome. È anche uno strumento molto utile, se il nostro computer comincia a dare segni di squilibrio dopo che abbiamo installato un nuovo programma, oppure da un certo giorno in poi. Tende anche a consumare parecchio spazio sul disco fisso, ma questo è un altro paio di maniche.
Il ripristino della configurazione di sistema, in concreto, ci permette di riportare il nostro computer allo stato in cui si trovava in un determinato momento del passato, cancellando così ogni possibile modifica che, nel frattempo, lo ha reso instabile. Se dopo aver installato un nuovo programma, infatti, il computer funziona male, noi possiamo utilizzare il ripristino della configurazione di sistema per ritornare al momento precedente l’installazione di questo programma. Ma vediamo nello specifico come funziona.
Il ripristino della configurazione di sistema è di solito già attivo nella maggior parte dei sistemi operativi Windows: a intervalli regolari, oppure prima dell’installazione di un programma, questo strumento crea un punto di ripristino nel computer, al quale si potrà ritornare in ogni momento. Un punto di ripristino è, in pratica, una fotografia dello stato attuale del computer: tutti i programmi installati, tutte le modifiche al registro di sistema, tutte le configurazioni che abbiamo scelto, sono salvati nel loro stato attuale, quando creiamo un punto di ripristino. Se per esempio lo creiamo alle 8 del mattino di oggi, allora quel punto di ripristino conterrà tutte le informazioni che descrivono lo stato del nostro computer alle 8 di stamattina e, in ogni momento del futuro, potremo utilizzare quel punto di ripristino per far tornare il nostro computer come era alle 8 di stamattina. Tutti i programmi installati dopo quel punto di ripristino spariranno, così come spariranno tutte le modifiche al sistema e tutti gli eventuali pasticci che potremmo aver combinato (per esempio, programmi cancellati o modificati per sbaglio). Non cambieranno, invece, i nostri files personali, come i documenti, le foto, i video e tutto il resto del materiale simile.
In breve, il ripristino della configurazione di sistema è un modo radicale, ma efficace, per cancellare gli errori commessi col computer. Inoltre, è un’azione reversibile: se abbiamo riportato il computer a un punto di ripristino precedente, ma non siamo soddisfatti del risultato, possiamo sempre annullare la modifica. Se invece siamo soddisfatti, possiamo proseguire e ricominciare dal punto di ripristino a cui siamo arrivati.
Ricordiamo che questo strumento serve solo a correggere modifiche, volontarie o involontaria, a un programma o al sistema operativo in generale; se invece abbiamo cancellato per sbaglio un nostro file, allora il ripristino della configurazione di sistema non ci servirà a nulla, perché non lavora sui nostri documenti, ma solo sui programmi e sul registro di sistema. Per recuperare un documento, al contrario, avremmo avuto bisogno di creare una copia di backup dei nostri files. Se non lo abbiamo fatto, possiamo sempre tentare di recuperare il documento con un programma per il recupero di files cancellati, ma le probabilità di farcela non sono alte.

Come trovare il ripristino della configurazione di sistema? Possiamo cercarlo nella lista dei programmi, dal menu Start. Clicchiamo dunque sul tasto Start, poi seguiamo questo percorso:

Tutti i programmi -> Accessori -> Utilità di sistema -> Ripristino della configurazione di sistema

I nomi possono variare, a seconda del sistema operativo che stiamo utilizzando, ma il ripristino della configurazione di sistema lo dovreste sempre poter trovare negli Accessori, tra le Utilità di sistema. Una volta cliccato su quella voce, si aprirà una finestra di questo tipo:

Avviso: potrebbe volerci un po’ di tempo, prima che la finestra si apra. Dipende da quanti sono i punti di ripristino attivo sul computer e, credetemi, possono essere davvero molti, se non avete mai sfiorato questo strumento prima d’ora. Da Vista in poi, Windows ha il vizio di creare punti di ripristino più o meno per ogni cosa che succede: installazione di nuovi programmi, aggiornamenti e più o meno tutto ciò che può modificare in misura anche minima il registro di sistema. Può essere un bene, da un certo punto di vista, perché così potremo sempre annullare ogni modifica in modo radicale, ma presenta anche la spiacevole conseguenza di consumare svariati GB di memoria sul disco fisso: una media di 1 GB per ogni punti di ripristino, ma a volte anche di più, a seconda del vostro computer. Da solo, il ripristino della configurazione di sistema potrebbe anche succhiarvi fino a 15-20 GB al mese...
Come vediamo dalla finestra, se vogliamo riportare il computer a un precedente punto di ripristino, possiamo scegliere sia quello che ci è suggerito dal computer stesso (di solito il più recente), sia un altro punto di ripristino. Nel secondo caso, la finestra successiva ci mostrerà l’elenco di tutti i punti di ripristino creati negli ultimi cinque giorni, con l’opzione di mostrare TUTTI i punti di ripristino, se nessuno di quei cinque ci soddisfa. Scopriremo allora che i punti di ripristino automatici possono essere veramente tanti...
Una volta scelto il punto di ripristino, basta seguire le istruzioni: farà tutto il computer. Alla fine, se non saremo soddisfatti, potremo sempre annullare l’operazione e il nostro computer ritornerà così come era, prima che cominciassimo a trafficare coi punti di ripristino.

In caso di ulteriori problemi. qui potete trovare la pagina con le domande frequenti della Microsoft.

8 commenti:

  1. ciao!

    domanda:

    perche' dopo che ho cercato invano di disinstallare "office 2010 a portata di click"
    (l'unita' Q tuttora risulta occupata da questo programma)
    mi si sono creati diversi file "desktop.ini" sparsi per il computer (sono trasparenti con simbolo una ruota dentata)?

    e nel caso mi sapresti dire come disinstallare questo office 2010 a portata di click.

    (uso windows 7 starter)

    Mi scuso se ho fatto questa domanda forse in questa sezione ma non ho trovato sezioni apposite sul sito forse mi sono sfuggite.

    grazie mille!

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Il file "desktop.ini" è un file nascosto (di solito) che contiene informazioni sul modo in cui mostrare una determinata cartella: una lista di attributi, che dicono come debba essere fatta una cartella. Più in generale, i files .ini sono una raccolta di impostazioni, che servono a indicare al sistema operativo come "gestire" il programma a cui sono riferiti: una specie di manualetto di istruzioni. Per questo, è normale trovarne anche più di uno in un sistema operativo Windows, anche se non li vediamo perché di base sono files nascosti; meno normale è che ne siamno apparsi parecchi, subito dopo un tentativo di disinstallazione di un programma, a meno che non siano stati lasciati indietro dopo la cancellazione di varie cartelle. Dovresti comunque poterli aprire col Blocco Note, per vedere se sono effettivamente riferiti a Office... se vuoi.
      Il tentativo di disinstallazione ha cancellato qualcosa, oppure tutti i componenti di Office sono ancora nello stesso posto di prima e nulla appare sparito? In altri termini: Office funziona ancora come se niente fosse successo, oppure è morto ma ha lasciato frammenti di sé ovunque? Una guida ufficiale alla rimozione di questo programma la puoi trovare qui, sul sito della Microsoft:
      http://office.microsoft.com/it-it/word-help/aggiornare-ripristinare-o-disinstallare-i-prodotti-office-a-portata-di-clic-HA010382089.aspx#_Toc272139017
      In teoria potresti anche rimuoverlo utilizzando i punti di ripristino e riportando il tuo computer abbastanza indietro nel tempo, da raggiungere un punto di ripristino in cui Office non era ancora stato installato... ma è una operazione da tenere come ultima possibilità, a un passo dalla disperazione, perché cancelleresti anche tutti gli altri programma installati da quella data in poi.

      Elimina
  2. ciao!

    praticamente questa versione di office me la scaricai tempo fa ed era a pagamento (ignoravo questo),pero' nonostante non avessi accettato di pagare per avere il prodotto office completo......loro mi avevano comunque sia "preso" dello spazio dal mio disco rigido ponendo office in una nuova unita' chiamandola unita' Q ; vale a dire mi prendo lo spazio intanto.....poi si pensa se mi paghi o meno il programma sta li!

    inutile dire che questo mi ha creato non pochi problemi nel disinstallarlo...

    detto questo non solo ho seguito la procedura indicata da te ma anche altre procedure piu' complesse......dal sito microsoft support center....ecco perche' i problemi con diversi file ini....avro' fatto qualche errore..anche se ho seguito alla lettera tutto!


    detto questo i file desktop.ini gli ho aperti (in tutto ne ho trovati 2 per ora) e ci sono altre cose scritte tipo sync, messenger,DLL,sistem 32...

    ma niente che riguarda office...

    l'unita' Q dove sta office c'e' ancora ma credo sia solo spazio inutilizzato da un programma non installato.....per cui office non ha mai funzionato...

    ho visto i ripristini e purtroppo non posso andare alla data precedente aver installato questo office...

    grazie cmq!

    se nel caso trovi una soluzione ti sarei molto grato!

    ciao!

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Ma questa "unità Q" è una partizione del disco fisso, che il programma ha creato per conto suo? Se è così, e se effettivamente porta via spazio dal disco, potrai sempre eliminarla e recuperare lo spazio occupato usando metodi drastici, una volta sradicati i resti del programma. Nel "Pannello di controllo", sezione "Sistema e manutenzione" -> "Strumenti di amministrazione", c'è proprio la voce "Crea e formatta le partizioni del disco rigido", che serve a gestire e rimuovere partizioni del disco. A seconda del modello di Windows, nome e sezione potrebbero essere differenti, ma dovresti poterlo trovare.
      Prima, però, sempre dal Pannello di controllo, prova ad accedere alla voce "Cambia programmi ad esecuzione automatica", sotto "Programmi", e controlla se nella categoria "Programmi a esecuzione automatica" è presente anche il tuo "amato" programma: sono i programmi che partono in automatico all'avvio del sistema operativo e, se è incluso quell'Office, lo puoi disattivare da lì, per evitare che si riaccenda.
      CCleaner è un programma gratuito che potrebbe esserti di aiuto sia per ripulire il menu di avvio, sia per ripulire il registro di sistema, dove potrebbero essere rimaste parti di Office a darti problemi. Ovviamente, prima bisognerà accertarsi che sia stato debellato Office, altrimenti sarà inutile...

      Elimina
  3. ciao !

    la voce programmi a esecuzione automatica non sono riuscito a trovarla.

    mentre crea e formatta partizioni del disco rigido l'ho trovata ma c'erano le diverse unita' ma non c'era traccia dell'unita' Q(dove sta office) nonostante questa comunque mi compare quando vado a risorse del computer.

    per quanto riguarda cccleaner io gia' l'ho uso e usato diverse volte ma quei file desktop.ini sono ancora presenti.

    grazie di nuovo!

    speriamo si riesce a trovare una soluzione a questo!

    ciao!

    fammi sapere!

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Ma questa unità Q (sembra pescato da un piano segreto militare...) ti occupa spazio su disco? Perché potrebbe essere una cartella destinata a raccogliere collegamenti a eventuali files, che avresti potuto caricare sul server di Office (un esempio del famoso e famigerato cloud computing, insomma).
      A ogni modo, per raggiungere i programmi a esecuzione automatica, puoi usare un percorso più "smanettone": apri il menu Start, digita "msconfig" nel riquadro per la ricerca di programmi, aspetta che si carichi la finestra e poi guarda sotto la scheda "Avvio". Troverai la lista di tutti i programmi che si avviano in automatico assieme al sistema operativo e li potrai abilitare o disabilitare cliccando nel quadratino accanto a ogni nome. Controlla se ci sia anche Office.

      Elimina
  4. ciao!

    ho fatto la procedura msconfig e sotto avvio non c'era office fortunatamente!
    e questo e' risolto!
    grazie!

    ora rimangono sempre quei problemi vale a dire i file desktop.ini
    e questa unita' Q (compare sempre a risorse del pc) che credo sia una partizione del disco (avevi detto bene):);)

    non ricordo del file cloud computing anche se non mi e' nuovo...credo l'avevo eliminato ma non ne sono sicuro!

    onestamente ora come ora non saprei se questa unita' Q mi occupa spazio su disco------forse no-----ma vorrei comunque eliminarla----o quanto meno non visualizzarla mai piu'!

    ciao!

    e grazie di nuovo!

    se trovo qualcosa fammi sapere!

    sei molto bravo!:);)

    RispondiElimina